News - 30.09.2016  10:57

Inaugurata la 52a Mostra micologica al Museo di scienze naturali


Mostra micologica

Mostra micologica

Oltre 600 specie di funghi mangerecci e non, velenosi o addirittura mortali sono esposte al Museo di Scienze nella mostra “I funghi dell’Alto Adige”.

Funghi freschi, appartenenti a circa 600-700 specie, in pratica tutte quelle che crescono in autunno nei boschi altoatesini: sono loro i protagonisti della 52° mostra micologica “I funghi dell’Alto Adige”, inaugurata oggi, giovedì 29 settembre, al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige dal direttore del museo Vito Zingerle, presenti anche il presidente del Comitato scientifico del museo Roland Psenner, il presidente della sezione di Bolzano dell’associazione micologica “Bresadola” Renato Bonsignori, il responsabile scientifico dell’associazione Francesco Bellù e la curatrice della mostra Petra Mair.

Durante tutta la sua durata, i membri della sezione di Bolzano della “Bresadola”, che organizza la manifestazione, riforniranno infatti quotidianamente la mostra di esemplari appena colti.

In esposizione vi sono funghi commestibili, non commestibili e velenosi, nel territorio altoatesino se ne annoverano circa 50 specie, e anche qualche rarità. In questo senso, la mostra ha una forte valenza informativa, poiché permette a chi la visita di imparare a conoscere i funghi.

Novità di quest’anno è una sezione dedicata alle strategie di vita di questi organismi nel loro habitat: funghi che vivono in simbiosi con le radici degli alberi, quelli che si nutrono di materiale organico in decomposizione e funghi parassiti.

In questo senso, la mostra illustra bene la loro importanza per l’ecosistema bosco, dove fungono da “spazzini” o consentono agli alberi un migliore approvvigionamento di sostanze nutritive e acqua. Come sempre, i membri dell’associazione su richiesta sono a disposizione per informazioni.

La mostra, a ingresso libero, è aperta al pubblico da venerdì 30 settembre fino a lunedì 3 ottobre nei seguenti orari: venerdì 30 settembre ore 10-24, sabato 1° e domenica 2 ottobre ore 10-19.30, lunedì 3 ottobre ore 10-13.

Fondata nel 1963, la sezione di Bolzano dell’Associazione Micologica Bresadola ha celebrato nel 2013 il cinquantesimo anniversario dalla sua fondazione.

La sezione bolzanina è uno dei 110 gruppi locali sparsi sul territorio italiano e vanta un comitato scientifico interno la cui attività è riconosciuta anche a livello nazionale ed internazionale. L’associazione prende il nome dal sacerdote trentino Don Giacomo Bresadola (1847-1929), micologo di fama internazionale, e conta oltre 12.000 soci in tutta Italia.


(Autore: )